Menu

Tech Diver 1

INIZIA AD ESPLORARE!

Quante volte è capitato di spingersi, durante una immersione ricreativa, al di là della propria zona di comfort, perché distratti e rapiti dal fascino e dalla bellezza di luoghi  un po' troppo profondi per la propria preparazione?

Sicuramente sono state esperienze emozionanti ma il rischio che si corre  è troppo alto per motivare ulteriori incoscienze... Oppure si è sentito parlare di navi affondate ricche di storia ma spesso posate su fondali non proprio facilmente accessibili, magari lontano dalla costa dove normalmente si svolge la normale attività subacquea? 

Attraverso il corso GUE Tech 1 è possibile imparare tutte quelle tecniche che permettono di esplorare in sicurezza tutto ciò che si trova nell'ambiente acquatico, entro profondità di 45/50 metri in  sicurezza e divertendosi, condividendo nuove attività ed esperienze con i propri compagni di immersione.

Questo corso affina ed espande le abilità apprese nel corso GUE Fundamentals e le integra con le conoscenze e le capacità essenziali per la pianificazione e lo svolgimento in sicurezza delle immersioni tecniche.

Il subacqueo è addestrato all’utilizzo di miscele arricchite di elio (trimix) per contenere l’effetto narcotico e tossico dei gas; all’impiego di miscele iperossigenate per strategie decompressive; alla gestione di una bombola da fase per aumentare la scorta di gas; all’identificazione e alla risoluzione dei problemi che possono derivare dall’equipaggiamento, dalla squadra o dall’ambiente.

Il corso addestra all’impiego di miscele nitrox e trimix per immersioni che prevedono un’esposizione alla decompressione non superiore a 30 minuti, educa all’importanza di acquisire esperienza in modo graduale e getta solide basi per l’addestramento avanzato alle immersioni tecniche (GUE Tech2 ).

Il corso GUE Tech1 è stato tra i primi programmi offerti dalla GUE e rappresenta uno dei principali motivi del successo dell'organizzazione. Questo corso è rivolto a chi cerca il massimo livello nell'addestramento subacqueo moderno, un corso che per molti è un punto di arrivo, il culmine della carriera subacquea a cui aspirare, mentre rappresenta, per coloro che possiedono  abilità fuori dal comune, una rampa di lancio verso la subacquea delle esplorazioni più estreme e che rasenta i limiti dell'immersione sportiva raggiungibile attraverso il rigido insegnamento dell'ambito corso Tech2.

Il programma si articola attraverso varie sessioni di addestramento teoriche e pratiche che occupano lo studente per sei giornate, con una durata di circa 10 ore ciascuna, distribuite tra insegnamento in aula ed almeno due immersioni giornaliere volte all'esercitazione delle diverse tecniche subacquee, da applicare poi nelle successive ultime tre immersioni di esperienza atte a consolidare il sistema. Queste ultime vengono effettuate solitamente su relitti e nelle zone più confacenti dove si svolge il corso, allo scopo di integrare le conoscenze acquisite alla reale situazione di applicazione più verosimile.   

Tutte le immersioni con le relative esercitazioni, oltre ad essere commentate immediatamente dall'istruttore tramite de-briefing in superficie; vengono filmate dalla telecamera di un operatore, per permettere all'allievo, una volta in aula, di rivedere passo dopo passo tutti i momenti salienti della messa in atto delle prove pratiche e capire meglio quando e come si deve modificare, correggere o migliorare le proprie performance.

L' obiettivo finale è quello di riuscire a terminare un'immersione con obblighi decompressivi con successo, mantenendo unita la squadra anche qualora si presentino delle emergenze causate da diversi imprevisti quali ad esempio, malfunzionamenti o rotture di parti dell'attrezzatura indispensabile alla sopravvivenza, perdita dell'orientamento, mancanza di riferimenti, malore etc. 

Un altro aspetto importante che rivela questo tipo di insegnamento, è la conoscenza e la percezione dei propri limiti in immersione, cosa non da poco in termini di sicurezza. 

E' essenziale per un subacqueo sapere fin dove potersi spingere con le proprie capacità e attitudini, per far si che questo sia uno sport divertente ed emozionante, tenendosi ben lontano dai pericoli che incombono in un ambiente che non appartiene all'essere umano. 

Questo ricco bagaglio di esperienze ed informazioni cambierà sicuramente in modo esponenziale, il rapporto avuto fino a quel momento con il proprio corpo in acqua, con i compagni d'immersione, con l'attrezzatura, e siamo convinti anche che l'atteggiamento del visitatore  nei confronti del mondo sottomarino subirà una trasformazione in termini di rispetto e conservazione. 

Un fattore che accomuna tutti coloro che partecipano al corso è la voglia di rincominciare dall'inizio l'addestramento tanto l'esperienza è stata divertente. Non è affatto insolito che chiedano nuove sessioni di addestramento per rinfrescare i concetti imparati, magari dopo un periodo di inattività, o addirittura che vogliano affiancare per tutta la durata del corso l'amico neofita per carpire qualche nuova informazione che questa didattica in continua trasformazione e aggiornamento offre alla propria comunità subacquea al passo coi tempi.

Torna in alto

User Menu

Cerca